Il successo di ogni applicazione dipende fortemente dalle sue funzioni e dal fatto che queste svolgano correttamente il loro compito. Un sito web con link malfunzionanti o risposte inappropriate può causare grossi problemi non solo all'immagine, ma anche all'operatività di un'azienda.

Il Test Funzionale di un sito ha l'obiettivo di verificare che l'applicazione web sia disegnata e implementata soddisfacendo determinati requisiti funzionali, siano essi tecnici, di business o di processo.

Questo tipo di analisi è orientata alla ricerca delle criticità dell’applicazione che riguardano le sue funzionalità, l’insieme delle operazioni che il software deve elaborare: si preoccupa di cosa il software fa e non di come lo fa. In pratica verifica che, sottoponendo al sito web un determinato input, le operazioni siano svolte correttamente e dunque che l’output sia conforme con le aspettative.

Il Test Funzionale viene condotto senza avere visibilità del codice (una modalità detta “black box”), e consiste nello stimolare il programma con un insieme di input che sia il più variegato e diversificato possibile.
È una procedura fondamentale per assicurare che il sistema implementi esattamente ciò che il Cliente ha richiesto, ed è utile per scoprire ed eliminare tutte le possibili anomalie (bug, difetti) che non sono stati riscontrati dal team di sviluppo durante la fase di Unit Testing, per verificare che nuovi sviluppi/attività di bug-fixing non abbiano introdotto regressioni nelle componenti software precedentemente testate con successo.

L'implementazione di test funzionali fin dalle prime fasi di sviluppo dell'applicazione velocizza la sua delivery, aumenta la sua qualità e riduce i rischi di difetti nelle fasi finali.