L'Asset & Configuration Management offre supporto nella gestione di tipo formale e nel controllo degli oggetti (documentali e non) di sistemi software, grazie alla realizzazione di un modello logico dell'infrastruttura informatica destinato ad identificare e tracciare tutti gli asset e i configuration items esistenti.

La sua funzione principale è quella di manutenere ed ottimizzare il database in cui sono censiti gli oggetti sottoposti a controllo di configurazione, archiviando in modo controllato le varie versioni del codice sorgente sviluppato e delle altre entità create nel corso delle diverse fasi dello sviluppo.

I benefici principali del processo di Asset & Configuration Management derivano dalla capacità di:

  • fornire una base dati utile alla determinazione dei costi sostenuti per i servizi
  • rendere disponibili le informazioni sull'infrastruttura IT (software, computer, routers, servers, etc )
  • facilitare la verifica del rispetto degli obblighi di legge in termini di licenze software, etc
  • offrire una base fattuale per i processi di Incident Management, Problem Management e Change Management

Il modello prevede l’implementazione delle seguenti fasi:

  • definizione di un piano di gestione della configurazione dell’infrastruttura IT (strategie, policy, obiettivi, ruoli e responsabilità);
  • identificazione degli elementi dell’infrastruttura IT;
  • identificazione delle tipologie dei configuration item significativi per il mantenimento del processo (specifiche dei requisiti, specifiche funzionali, project plan, quality plan, manuale utente, specifiche di progetto, codice sorgente, test case, manuali di installazione e gestione del prodotto, programmi eseguibili, schemi dei database, documenti relativi alla manutenzione del prodotto, standard e procedure adottate);
  • storicizzazione strutturata delle informazioni relative alle configurazioni;
  • verifica della corrispondenza delle configurazioni reali con il versionamento previsto.

La metodologia utilizzata per lo svolgimento delle attività è completamente allineata a quanto previsto dalle best practices ITIL.